I 7 dress code da conoscere per essere un perfetto invitato

man black tie|man with a tuxedo|dress code business formal|||smart casual dress code|Cocktail dress code|abito spezzato uomo|Cocktail outfit man||white tie dress code

Pitti Immagine Uomo 96 si avvicina e si moltiplicano gli eventi in città cui sarete invitati. Per non parlare dei matrimoni. Siete sicuri di avere tutti gli elementi per decifrare i dress code richiesti? Abbiamo pensato di aiutarvi con una mini guida sui 7 più importanti dress code maschili da conoscere. Vi sarà utile per orientarvi in qualsiasi tipo di festa ed essere dei perfetti invitati.

Cosa significa dress code

Ricevere un RSVP in cui è contenuta l’indicazione di un dress code suscita sempre reazioni di senso opposto. Da una parte ci sentiamo entusiasti di prendere parte ad un appuntamento che si annuncia unico, dall’altra timorosi di non riuscire a decifrare il codice di abbigliamento esplicitato dagli organizzatori. Come fare dunque ad essere un perfetto invitato per ogni differente situazione?

Iniziamo con lo specificare che il dress code è un insieme di regole per l’abbigliamento cui sono chiamati ad attenersi le persone. Può essere esplicito – ad esempio quando è indicato su un invito – o implicito, ovvero dettato dal contesto. Pensate ad esempio ad un appuntamento di lavoro o ad un matrimonio. Pur non essendo presente alcuna indicazione nella mail per concordare l’appuntamento o nella partecipazione, per esclusione saprete di non dovervi vestire casual.

Quali sono i vantaggi del dress code? Al di là del migliorare l’estetica del fotoreportage (☺️), garantisce parità tra gli invitati e dunque favorisce le relazioni. Svantaggi? Qualora non siate stati dei buoni conoscitori delle regole dell’eleganza maschile, finirete per sentirvi fuori luogo.

Ecco quali sono i 7 principali dress code da conoscere.

#1 Dress code White Tie: leggete frac, ovvero massima formalità nell’abbigliamento maschile

white tie dress code
Esempio di outfit ispirato a dress code White Tie.

Se vi capitasse di ricevere un invito con indicato come dress code White Tie (in quelli internazionali potreste trovare sinonimi come “full evening dress”, “tails” o “dress suit”), sappiate che parteciperete ad un evento molto importante e/o che tra gli ospiti ci saranno nobili, reali o persone dell’alta società. Questo dress code rappresenta il massimo della formalità richiesta a tutti i partecipanti.

Si tratta dunque di un codice di abbigliamento sempre più raro ai nostri giorni che, in passato, era lo standard per eventi eleganti come quelli rappresentati nella famosa serie tv Downton Abbey. Pensate che nemmeno nel palco reale di Ascot è oggi richiesto.

Ad ogni modo, qualora riceveste un invito White Tie, sappiate che vi sarà chiesto di indossare il frac, l’abito maschile formale per eccellenza, composto dall’iconica giacca con revers a punta e coda di rondine. Dovrete vestire una camicia bianca (plissettata o normale) da gemelli con colletto a farfalla e tassativamente di il papillon bianco, assieme ad un panciotto dello stesso colore. Le scarpe non potranno che essere allacciate in pelle nera.

Come indossare il frac? Assicuratevi di portarlo sbottonato e di avere pantaloni non troppo larghi, per non sminuire l’eleganza complessiva di questo outfit.

#2 Dress code Black Tie: interpretate il rigore e l’eleganza di eventi serali con smoking e papillon

man with a tuxedo
Esempio di outfit ispirato a dress code Black Tie. Smocking con papillon nero.

Dopo il White Tie, il Black Tie è il dress code sicuramente più formale, anche rispetto alle sue variazioni che vedremo a seguire.

Viene utilizzato rigorosamente per eventi serali, che si tengono dopo le 18, spesso dopo le 20, come cerimonie di premiazione, anniversari o feste di compleanno importanti, feste da ballo prestigiose. Non lascia troppo spazio all’interpretazione e agli spunti personali.

Black Tie significa smoking e papillon rigorosamente nero (lo dice il nome!), camicia bianca (plissettata o liscia) da gemelli portata con le punte del colletto verso il basso (oppure una camicia con collo alla francese non troppo aperto), scarpe nere allacciate, lucidate a specchio, e calze nere di seta.Badate bene, non indossatele di qualsiasi altro colore, ancorché scuro. Sono i dettagli a fare la differenza!

Un errore imperdonabile in questo caso – come anche in quello del White Tie – sarebbe optare per papillon preconfezionati! Non fatelo!

Qualcuno potrà chiedere, lo smoking deve essere nero? Non necessariamente; può anche essere blu, purché di una nuance scurissima (sapevate che nasce proprio in questo colore?). La versione bianca, sdoganata dagli attori di Hollywood, è invece ammessa solo per eventi en plein air.

La fusciacca in raso è obbligatoria? Non necessariamente, ma è altamente consigliabile averla, specie se la giacca ha revers in raso sciallati.

Il gilet è obbligatorio? No, ma può essere indossato, specie se la giacca ha i revers a lancia.

La pochette è obbligatoria? No, ma nel caso decideste di indossarla preferitela bianca in lino o cotone. Keep it simple!

I revers della giacca, quale che sia la loro forma (a lancia o sciallati), devono essere sempre di seta? No, anche se, con questo tessuto, la giacca esprimerà il massimo dell’eleganza. Ad ogni modo vanno bene anche di lana o velluto – stagione consentendo.

#3 Dress code Black Tie  Optional (o facoltativo): osate piccole variazioni su smoking e papillon

dress code black tie optional
Esempio di outfit ispirato a dress code Black Tie Optional. Abito tre pezzi blu scuro.

Cosa può indossare un uomo quando riceve un invito per un evento Black Tie Optional? Nella scelta dell’outfit tenete presente che si tratta sempre di un codice di abbigliamento richiesto per eventi formali – sempre serali dalle 18 in poi – in cui il rigore del Black Tie è mantenuto, ma alleggerito.

Vi è concesso sostituire allo smoking un abito elegante nei toni scuri, al papillon una cravatta, ma sarete senz’altro fuori luogo se vi presenterete con un abito spezzato (vietatissimo!) o con un abito di color chiaro. Dovrete portare comunque una camicia bianca e un paio di scarpe allacciate di pelle nere.

La parola d’ordine è pur sempre eleganza. Ricordatevi che la cravatta è obbligatoria, rinunciarvi sarebbe un grave errore. Consigliabili le cravatte a blocco di colore o con fantasie discrete e poco eccentriche.

Dubbi su come indossare la cravatta e su come assicurarsi di portarla nel modo giusto? Qui vi aiutiamo a non sbagliare nella scelta

#4 Dress code Black Tie Creative: aggiungete un tocco di colore al rigore dello smoking 

Il Black Tie Creative è la versione creativa del codice Black Tie, oggi sempre più richiesta in feste originali capaci di creare tendenza. La regola è molto semplice: inserire un po’ di colore e creatività. Non dimenticate comunque che si tratta di una variante; quindi le linee guida che vi abbiamo elencato sopra, valgono anche in questo caso.

Cosa indossare se ricevete questo invito? Tassativamente portate il farfallino nero di seta allacciato a mano. Per il resto potete variare.

Potete portare uno smoking aggiungendo del colore (ad esempio nella fusciacca o nel gilet) oppure un abito elegante capace per forme, colori o fantasie di interpretare il tema per cui solitamente è richiesto questo dress code, come nel caso del “Black Tie 1920s” o del “Texas Black Tie”.

Un altro errore da evitare è pensare di potere smorzare l’eleganza con accessori sportivi, come ad esempio le sneakers, a meno che non siate un under 18! 

#5 Dress code Business Formal: implicito negli appuntamenti di lavoro

dress code business formal
Esempio di look ispirato ad un dress code Business Formal. 

E’ il solo dress code che non troverete esplicitato in un invito per pranzi di lavoro, fiere o conferenze. E’ implicito per tutti i professionisti. Must di questo codice sono giacca e cravatta. Sì sia agli abiti tinta unita due pezzi di colore grigio o blu (da preferire le tonalità più scure più l’appuntamento è pianificato vicino alla sera) che ai gessati. Le camice devono essere essenzialmente bianche o azzurre. Il gilet può essere un dettaglio da aggiungere, ma non obbligatorio.

L’obiettivo è comunicare, attraverso l’outfit, un’immagine professionale, evitando qualsiasi tipo di eccesso. Sconsigliamo quindi di portare cravatte con colori e/o fantasie troppo forti e/o vistose. Anche i risvolti ai pantaloni sono da evitare. Sono tutti elementi che contribuiscono a rendere più informale l’insieme.

 

 

 

 

 

#6 Dress code Cocktail: indossate una raffinatezza naturale per eventi tardo pomeriggio

E’ il dress code previsto per gli eventi che si tengono solitamente nel tardo pomeriggio – tanto che a volte vi si allude anche con la dicitura ‘After five’. Chi organizza sta invitando i partecipanti a presentarsi con un abbigliamento raffinato ed elegante, ma non eccessivamente formale.

Le opzioni che si presentano all’uomo come outfit sono molteplici. O un un pantalone elegante completato da una camicia – solitamente bianca o dai colori chiari – con giacca e cravatta opzionali. Assolutamente da evitare lo smoking che sarebbe eccessivo e fuori luogo.

Benissimo invece, se si desidera indossare la giacca, uno spezzato.

Per i colori non ci sono particolari limitazioni, anche se i toni scuri sono sempre più eleganti. 

#7 Dress code casual: sentitevi liberi con stile

smart casual dress code
Esempio di dress code smart casual.

E’ l’unico dress code che può essere considerato un “non dress code”. E’ infatti lasciata massima libertà di scelta. Con il casual dress code l’uomo può fare a meno della cravatta, lasciando spazio a pantaloni sportivi ed a una camicia casual informale, anche con stampe. Anche la scelta di portare la giacca è facoltativa.

Come declinazione del casual abbiamo sia il business casual – abito elegante, anche fantasia, non portato con la cravatta – sia lo smart casual –  paio di pantaloni chino, una camicia (o una t-shirt) e sopra una giacca maglia o un cardigan. Oppure jeans, camicia e shirt-jacket, senza cravatta. 

 


Vi abbiamo chiarito le idee? Speriamo di sì! Per approfondimenti scrivete a store@eredichiarini.it oppure veniteci a trovare.