Stringhe e nodi: guida a come allacciare le scarpe

Un famoso detto afferma che il modo più semplice di capire se un uomo è ben vestito è quello di guardare in basso, ovvero verso le sue scarpe.

Oltre al fatto che le scarpe devono essere impeccabilmente curate, ci sono altri dettagli che vanno ad incidere sullo stile, come ad esempio, la modalità con cui abbiamo deciso di allacciare le stringhe delle nostre scarpe.

Un vezzo, penserai, ma in realtà questa semplice accortezza è meno banale di quanto si possa credere.

Secondo uno studio matematico di B Polser, infatti, se per due paia di asole vi sono solo 3 modi di disporre le stringhe, per quattro paia salgono a 1080 modi mentre per sei paia le combinazioni diventano 43.200.

Un numero sbalorditivo che permette di sbizzarrirci e di trovare modi alternativi e interessanti di allacciare le nostre scarpe, anche le più classiche.

Ma attenzione, non è un’operazione da fare con leggerezza: ogni stile di allacciatura è più o meno adatto ad uno specifica tipologia di scarpa e ha delle funzioni e caratteristiche differenti.

Tra differenti modi di disporre le stringhe delle scarpe e diverse modalità di realizzare i nodi, ecco alcuni interessanti consigli di stile:

Disposizione delle stringhe:

Lacci paralleli

lacci scarpe disposti paralleli

Allacciatura “dritta”

Questa tipologia di allacciatura conferisce un look classico ed è perfetta per le scarpe modello Oxford, e in generale per tutte le scarpe formali e da cerimonia.
I lacci sono paralleli tra loro e l’intreccio di stringhe e il nodo di chiusura sono nascosti all’interno delle scarpa stessa.
Inoltre, questa tipologia, non dona solo un aspetto più ordinato alle stringhe ma allevia anche la pressione sul crinale superiore del piede.
Per una riuscita ottimale consigliamo l’utilizzo di lacci sottili di almeno 80 cm di lunghezza.

Altre tipologie di allacciature per scarpe eleganti

modi di allacciare le scarpe classiche

Con fiocco, All’Europea, Alla romana

Oltre a l’allacciatura allineata dritta che abbiamo appena citato ci sono altri modi di allacciare le stringhe dove linee e incroci si alternano creando dei reticoli inusuali ma pur sempre eleganti e quindi replicabili anche sui modelli di scarpe più formali.
Tra questi ti suggeriamo:

  • Tipologia All’Europea, uno dei modo di allacciare le scarpe tra i più diffusi e tradizionali;
  • Tipologia A Fiocco è l’allacciatura più corta, utile quando le stringhe non sono molto lunghe e nei modelli di scarpe Ghillie Brogues.
  • Tipologia Alla Romana, che mostra una serie alternata di linee e incroci con I e X.

Da non sottovalutare anche le varianti di nodi da utilizzare, ecco alcuni suggerimenti:

doppio nodo slim per scarpe eleganti

Doppio nodo

Doppio nodo slim
Se le stringhe sembrano sempre sgusciare via, il doppio nodo slim è un’alternativa efficace e visivamente non troppo invasiva. È anche conosciuto come nodo di sicurezza e si ottiene facendo un nodo semplice supplementare, dopo averle annodate con un’asola.

Nodo Barrel o nautico

nodo nautico per scarpa da barca e mocassini

Nodo per mocassino

Perfetto per allacciare i mocassini, questo nodo prende ispirazione dal mondo nautico. In nautica è definito “nodo d’arresto” in quanto si esegue all’estremità della stringa, allo scopo d’impedire che quest’ultima si sfili dall’asola.
La sua realizzazione è meno complessa di quanto si può credere e la resa è ottimale: basta infilare la stringa nell’asola, piegarla su se stessa e iniziare ad avvolgere il laccio su di essa, fino a creare una sorta di bobina; sulla sua parte superiore resterà una fessura che servirà a fissare l’estremità della stringa.

marco_boniStringhe e nodi: guida a come allacciare le scarpe

LEAVE YOUR COMMENT